Pensieri sciolti per una nuova ripartenza

Serve un “luogo” in cui la parola Solidarietà genera contesti favorevoli.

Dove gira e si respira l’energia positiva di persone che hanno generato e continuano a generare prassi “alternative”, prassi radicate sui territori e destinate ad un impatto positivo con la gente.

Dove le diversità si compongono e si arricchiscono reciprocamente e i conflitti hanno il bordo del rispetto e della solidarietà.

Serve un “luogo” dove i racconti dei tentativi, dei risultati, dei fallimenti, dei vissuti, possa risuonare e trovare accoglienza e diventi fonte per un discernimento condiviso.

Serve un luogo da cui guardare avanti insieme, in cui si possano scrutare gli orizzonti e sostare nelle crisi.

ti potrebbe interessare anche:

categorie articoli

GasBo

altri post similari

Menu