COADIUVANTI TECNOLOGICI E INQUINANTI

 

I COADIUVANTI TECNOLOGICI e inquinanti


I coadivanti teconologici sono sostanze o materiali utilizzati per recuperare l'alimento da alcune materie prime, oppure per ottenere un prodotto dai migliori caratteri organolettici.

Sono coadiuvanti i solventi per la decaffeinazione del caffè, i chiarificanti per bevande e succhi di frutta, i demetalizzanti per il vino bianco, i decoloranti per oli e grassi, gli intorbidenti per aranciata e limonata, o gli enzimi (caglio per i formaggi, lievito per il pane, fermenti per la birra, ecc.).

Sono innocui?

I residui lasciati dai coadiuvanti tecnologici negli alimenti sono regolamentati e non possono oltrepassare una soglia massima.

Quali siano queste sostanze e quali queste soglie non è indicato in etichetta perchè non c'è nessun obbligo per farlo.

Un altro fattore da citare tra i possibili inquinanti dei cibi sono gli imballaggi alimentari e altri materiali che vengono a contatto con gli alimenti (ad esempio pellicole, lattine, pentole, contenitori) i quali rilasciano continuamente miscele di sostanze sintetiche nel cibo (a bassi livelli) che vengono poi ingerite dal consumatore di giorno in giorno.

Secondo un nuovo studio condotto dal Food Packaging Forum, 175 sostanze chimiche con note caratteristiche di pericolosità vengono utilizzate legalmente nella produzione degli imballaggi e delle confezioni per gli alimenti in Europa e negli Stati Uniti.

Molte delle 175 sostanze identificate sono classificate come cancerogene, mutagene, tossiche per la riproduzione. Altre sono considerate in grado di interferire con il sistema ormonale. Si tratta dei cosiddetti interferenti endocrini (pensiamo, ad esempio, al bisfenolo A). Un terzo gruppo di sostanze chimiche è considerato bio-accumulabile.

Gli ftalati, che sono ampiamente usati come plastificanti, sono un esempio importante per quanto riguarda le sostanze chimiche che alterano il sistema endocrino e che possono portare a infertilità maschile, malformazioni genitali e cancro. Benzofenoni e ulteriori composti chimici si aggiungono alla lista delle sostanze chimiche che alterano il sistema endocrino usate negli inchiostri per la stampa e nei rivestimenti dei materiali che entrano a contatto con gli alimenti.

Consulta qui l'elenco Sobstitute It Now! e qui il database con tutte le info sulle singole sostanze.